To show sotck chart

Archive for the ‘dollaro americano’ Category

Il Secolo Americano, ascesa e declino (2)

shapeimage_22

Seconda parte

Alla fine della Prima Guerra Mondiale, gli Stati Uniti erano assurti al ruolo di prima potenza economico-industriale a livello planetario (ricordiamo che, comunque, nel 1893 il Prodotto Interno Lordo – PIL – pro capite statunitense superò per la prima volta quello britannico; quindi il Regno Unito nonostante conservasse il primato in termini assoluti come prima nazione industriale, iniziò a perdere posizioni al volgere del termine del diciannovesimo secolo).

Gli USA erano divenuti la principale nazione esportatrice a livello mondiale e  provvedevano a quasi la metà della produzione industriale globale; erano anche la nazione maggiormente creditrice in quanto contribuirono in modo considerevole alla ricostruzione post-bellica degli Alleati.

Il decennio che va sotto il nome di “ruggenti anni Venti” (o “Età del Jazz”) incominciò con una forte recessione accompagnata da inflazione che mise in difficoltà l’economia americana; la stretta, però, durò soltanto un anno, poiché già alla fine del 1921 si entrò in una fase di promettente espansione industriale e finanziaria. Read more »

Il Secolo Americano, ascesa e declino

shapeimage_22

Questo è il primo di una serie di articoli che intendono ricostruire, in modo sintetico ma all’occorrenza dettagliato, l’ascesa degli Stati Uniti nel Novecento e la successiva fase di declino della superpotenza, a partire dal Duemila in avanti.

Per cominciare cerchiamo di chiarire un concetto: il termine Secolo Americano è stato introdotto nel 1941 per la prima volta dall’editore del Time, Henry Luce, per esporre quello che, secondo l’autore, avrebbe dovuto essere il ruolo degli Stati Uniti nel XX secolo.

In quell’articolo del 1941, Henry Luce promuoveva gli USA a nazione patrocinatrice dei sistemi politici democratici; in effetti, Luce invitava gli Stati Uniti a entrare nella Seconda Guerra Mondiale con  il compito storico di proteggere i valori democratici in tutto il globo. Read more »

La spaventoso trend storico del debito USA

MORTEREAPER

In questo link troverete “l’orologio del debito USA” aggiornato in tempo reale.

Storicamente, dalla Guerra del Vietnam in poi, il debito USA è andato aumentando nel tempo, ma la prima accelerazione risale al 1981, con il Presidente Ronald Reagan.

Da quell’anno in avanti, gli USA si sono indebitati con il resto del mondo in modo sempre più massiccio. Read more »

2016: Verso il collasso globale che ci condurrà al reset del sistema finanziario?

MORTEREAPER

Contrariamente alle mie previsioni ma con il solo  fine di salvare la faccia e la residua credibilità, la FED, dopo aver minacciato per svariati mesi di alzare i tassi di interesse lo ha fatto, innalzandoli di 25 punti base la scorsa settimana.

Se la FED, anche durante il meeting della scorsa settimana, non avesse innalzato il costo del denaro, ripetiamolo, avrebbe perso definitivamente la propria attendibilità sui mercati: quindi non si tratta di una decisione prettamente “economica”, ma di natura differente, ovvero di salvaguardare il rimanente prestigio dell’istituzione.

Non fatevi illudere: gli USA sono sull’orlo del precipizio. Read more »

US DOLLAR INDEX: Verso i massimi a dicembre?

USDOLLARINDEX

Nella puntata del Barometro del 31 ottobre pronosticavo i massimi per lo US Dollar Index ($110,00 a meta’ dicembre).

In data 23 novembre lo US Dollar Index ha toccato quota $100,00 (grafico sotto): se dovesse chiudere a $101,00 entro questo fine settimana, direi che il target a $110,00 entro il 15 dicembre e’ prossimo al traguardo. Read more »

Verso dove e’ diretto il Dollar Index?

USDOLLARINDEX

E’ dal mese di marzo che il Dollar Index registra un percorso grafico tutt’altro che lineare e uniforme; 6 mesi di attacchi al rialzo poco convinti, e sconnessi,  per poi sprofondare al ribasso; di nuovo,  ripartenze al rialzo  intervallate da continui stop ribassisti (grafico sotto).

DOLLARINDEX

La direzione (la trendline) non e’ chiara ed e’ difficilmente prevedibile; e’ plausibile che il Dollar Index stia consolidando le sue quotazioni entro il range compreso tra i $92,00 e i $100,00. Read more »

CORSA RIALZISTA DEL DOLLARO AMERICANO: VERSO IL SUO EPILOGO?

USDOLLARINDEX

Il Dollar Index e’ in deciso mercato “toro” dall’inizio di agosto del 2014.

Ma quanto potra’ durare la corsa del dollaro americano?

Su Deshgold, ho gia’ preconizzato un suo deciso calo, in quanto il grafico disegnato dal Dollar Index e’ intrinsecamente instabile (la configurazione grafica del Dollar Index e’ quella denominata “Blow-Off-Top); tentiamo di aggiornare (e prevedere) l’evoluzione del biglietto verde.

Iniziamo con l’analisi del grafico a 1 anno (sotto). Read more »