To show sotck chart

Archive for the ‘In Evidenza’ Category

L’azionario minerario e’ pronto per una fase rialzista?

AZIONIAURIFERE

 

Ho analizzato l’andamento grafico dell’indice GDX Market Vectors Gold Miners ETF (un indice ponderato sulla capitalizzazione di mercato delle principali Compagnie Minerarie aurifere, a grande e media capitalizzazione di Borsa).

L’azionario minerario potrebbe (uso il condizionale) aver toccato il fondo del suo minimo ciclico (grafico sotto); gli indicatori tecnici RSI e MACD stanno virando al rialzo, MA i volumi sono ancora modesti. Read more »

Quotazioni del Platino inferiori a quelle dell’Oro: un’anomalia destinata a terminare

PLATINO

Le Civilta’ Precolombiane, conoscevano gia’ il Platino e i minerali ricchi di Platino in natura.

Lo sai che, in Europa, il primo riferimento al Platino e’ datato 1557, negli scritti dell’umanista Giulio Cesare Scaligero?

Scaligero, nei suoi scritti, espone la scoperta di un “misterioso metallo” , trovato nelle miniere localizzate tra Panama e il Messico.

Gli spagnoli, chiamarono questo metallo “platina” (“piccolo argento”) e lo consideravano a titolo di scarto impuro dell’Argento.

Il Platino fa parte dei cosiddetti “minerali del gruppo del Platino” ovvero: Platino, Rutenio, Rodio, Palladio, Osmio e Iridio. Read more »

Il Rally del Palladio! Verso una fase marcatamente “Toro”?

palladio

 

Lo sai che il Palladio, e’ in risalita dai minimi toccati il 24 agosto, di circa il 25%?

In data 24 agosto, il Palladio quotava $525 per oncia; mentre scrivo quota a $649,65 per oncia (grafico sotto).

PALLADIUM2

 

Se diamo un’occhiata alle quotazioni di medio termine (grafico sotto) di questo metallo prezioso non monetario, possiamo osservare che ha toccato un picco a $900,00 per oncia a fine agosto dell’anno scorso per poi perdere quota, in modalita’ verticale, con ritracciamento di quasi il 50% del suo valore, proprio in data 24 agosto 2015.

Read more »

Espansione monetaria e creditizia indiscriminata e crollo dei mercati emergenti

morte.con.falce

 

 

“Non esiste modo di evitare il collasso finale di un boom generato dall’espansione indiscriminata del credito. E’ solo questione se la crisi arrivera’ appena sara’ abbandonata la politica dell’espansione del  credito o in seguito sotto forma di distruzione del sistema e del suo sistema monetario”.

Ludwig Von Mises

Ti sei chiesto perche’, i mercati emergenti, sono quelli che stanno piu’ risentendo dell’attuale crisi finanziaria?

A causa dell’espansione monetaria e creditizia incontrollata, scatenata dalle Banche Centrali e dalle Banche commerciali e d’affari occidentali.

In sostanza: il diluvio di liquidita’ immesso nel sistema, favorisce sia gli investitori locali dei paesi emergenti  che si indebitano a tassi bassi in valute dell’Occidente (per esempio il dollaro USA), e favorisce gli investitori Occidentali che prendono in prestito denaro a tassi irrisori per investirli nei paesi emergenti (nei loro mercati azionari, nei mercati obbligazionari e nelle imprese locali). Read more »

Sostieni l’informazione finanziaria libera e indipendente. Acquista una copia di Cleptofinanza!

 

coverRingrazio tutti i lettori che hanno acquistato il mio libro; hanno contribuito a tenere vivo questo sito d’informazione finanziaria libera e indipendente da qualsivoglia conflitto d’interesse.

Invito tutti ad acquistarne una copia; a sole Euro 9,90, troverete una miniera d’informazioni su come funziona il Potere Reale e le sue ramificazioni finanziarie

Grazie

Riccardo Gaiolini Read more »

CHI SONO I TROLL SULLA RETE?

frustratiefalliti

Questo non e’ un argomento “strettamente finanziario”, ma ci tengo a farti sapere la mia opinione sui “troll”,  ovvero i “codardi” della Rete Internet, i “senza palle” della Rete internet.

Per Troll, si intende, chi, sulla rete internet, posta messaggi provocatori, privi di senso, non costruttivi; messaggi stupidi, a volte offensivi se non violenti, ricolmi di errori di ortografia e zeppi di errori concettuali. Read more »

Palladio pronto al prossimo target rialzista: $861,00 per oncia.

di Riccardo Gaiolini

palladio

 

Ho gia’ pronosticato il rialzo del palladio in questi due articoli (clicca su questo link e su quest’altro per approfondimenti).

Venerdi’ scorso il palladio a chiuso a $843,00 (grafico sotto, clicca per ingrandire); nelle prossime settimane potremmo assistere a dei ritracciamenti al ribasso (pullback), ma le dinamiche rialziste di fondo rimangono positive. Read more »

Prezzo del Rame e mercati azionari

di Riccardo Gaiolini

500_rameII

Il rame e’ utilizzato nell’industria automobilistica in quella automobilistica e nell’edilizia residenziale.

Il suo andamento e’ in grado di offrirti interessanti indicazioni circa il corso dell’economia.

Il prezzo del rame sta calando vistosamente da inizio marzo; a inizio gennaio era quotato $3,40 per libbra, giovedi’ a toccato un minimo a $2.95 per libbra. 

Nelle fasi espansive dell’economia si determina un rafforzamento della domanda e delle sue quotazioni; per converso, quando le quotazioni del rame decrescono, esse segnalano un rallentamento, un indebolimento economico. Read more »

La settimana finanziaria sintetizzata in tre grafici

di Riccardo Gaiolini

Il Dow Jones Industrial Average in forte recupero rispetto al ribasso registrato ai primi di febbraio (-2,6% da inizio anno).

DOW-EARNING Read more »

I titoli a reddito fisso (seconda puntata)

di Riccardo Gaiolini

obbligazioni-

 

In questa puntata  prendero’ in esame la fiscalita’ concernente i titoli a reddito fisso.

Dall’01.01.2012, il Decreto Legislativo 138/2011, all’art. 2 dispone l’unificazione della ritenuta d’acconto sui premi e altri frutti (interessi e plusvalenze) relativi alle obbligazioni, che pertanto sono assoggettate a ritenuta del 20% tranne le eccezioni qui riportate:

1) le obbligazioni (titoli pubblici dello stato italiano ovvero BOT, BTF, CCT, CTZ, BTPI), obbligazioni di enti pubblici territoriali (regionali, provinciali, di comuni italiani), obbligazioni di stati esteri esclusi dalla “Black List”(paesi a regime fiscale agevolato) e di organismi internazionali, sono assoggettati a ritenuta del 12,5%;

2) Pertanto,  le obbligazioni di stati esteri inclusi nella “Black List” sono assoggettati a ritenuta del 20%, le obbligazioni “corporate” (emesse da aziende) e di istituzioni finanziarie, sono tutte assoggettate a ritenuta del 20%. Read more »