To show sotck chart

Il “Gold/Silver ratio” in proiezione futura

SILVERCOIN

L’argento ha iniziato una fase di mercato Toro (da inizio anno in rialzo di oltre il 40% rispetto al dollaro americano) estremamente promettente anche per i prossimi anni (dopo oltre 4 anni e mezzo di mercato Orso).

E’ assai probabile, inoltre, in proiezione futura, che l’argento sovraperformi il prezzo dell’oro.

Per quale ragione?

Analizziamo il rapporto storico tra prezzi dell’oro e dell’argento (gold/silver ratio) – ovvero, in altre parole, con quante once d’argento fisico si riesce ad acquistare 1 (una) singola oncia di oro fisico.

Nel 1979 all’apice del mercato toro di entrambi i metalli il rapporto era di 14:1 (nel 1980 a 17:1).

Nel 1999 con le quotazioni di oro e argento ai minimi, il rapporto era di 100:1 (con 100 once d’argento si acquistava un’oncia d’oro).

Attualmente è a circa 67:1 (quindi il rapporto è ancora estremamente favorevole all’oro).

Per quali ragioni il prezzo dell’argento, quindi, potrebbe sovraperformare quello dell’oro?

  • Perché il gold/silver ratio (quindi il rapporto tra le quotazioni dell’oro e dell’argento) è ancora fortemente sbilanciato a favore dell’oro e questo, in un’ottica di lungo termine non depone a favore dell’oro;  quindi, sebbene entrambi i metalli hanno iniziato una fase di mercato toro prolungata  (siamo solo agli inizi di un lungo ciclo storico)   mi attendo una compressione di tale rapporto a favore dell’argento, proprio come avvenne all’apice del mercato toro dei metalli preziosi della fine degli anni ’70 del secolo scorso, quando il rapporto scese a 14:1;
  • In secondo luogo, perché l’argento, come abbiamo documentato io e Adriano D’Ettorre, nel nostro libro, è destinato a divenire sempre più scarso a causa dell’intenso uso industriale dello stesso;
  • In terzo luogo, l’argento fisico come investimento, a livello globale, è un asset che è sempre  preso in maggior considerazione nei portafogli dei risparmiatori mondiali (come abbiamo documentato nel libro) e ritengo che, in un prossimo futuro, anche una vasta platea di investitori istituzionali diversificherà una parte dei propri portafogli globali in questo attivo, sia sul versante “fisico” che su quello “finanziario”.

Pertanto, a mio modo di vedere (strettamente personale, anche se si basa sull’analisi di dati statistici e trends), il prezzo dell’argento, visto in un’ottica di medio- lungo termine, è destinato a sovraperformare persino quello dell’oro, riavvicinandosi alla media del rapporto (gold/silver) a 14 – 15:1 o perfino 10:1.

 

You can leave a response, or trackback from your own site.

6 Responses to “Il “Gold/Silver ratio” in proiezione futura”

  1. Nicola scrive:

    Ciao Riccardo, bellissimo libro.
    Solo un chiarimento: nel libro accenni al fatto che in questo sito è possibile visionare un elenco di rivenditori internazionali. Puoi spiegarmi come arrivarci? Grazie.

    • Adriano scrive:

      Ciao Nicola,
      i rivenditori internazionali cui tu accenni sono in realtà vari rivenditori europei che operano nella compravendita di metalli preziosi monetari e non, suddivisi in tre liste: la Lista oro, quella argento, la Lista platino e palladio.
      Esse constano di una trentina di rivenditori per oro, altrettanti per argento, una quindicina per platino e altrettanti per palladio. Ad esse si affiancherà, forse, in futuro, una quarta Lista per rodio e rame, cui alcune librerie online accennano, anche se ciò in realtà era un progetto iniziale. Il tutto è stato creato partendo da circa ottanta rivenditori selezionati europei che operano nella compravendita di metalli preziosi monetari e non, utile anche quando si dovrà decidere di rivendere e monetizzare o per spostarsi su un altro asset pronto al rialzo (nel libro abbiamo inserito solo cinque rivenditori, per accordi con l’Editore).
      Il lavoro per la stesura delle Liste è stato enorme, avendo richiesto circa un anno di travaglio, in collaborazione con Rick ed attualmente è riposto nel nostro archivio, in attesa superare problematiche di edizione.
      Abbiamo chiesto alla stessa Casa editrice Gribaudi se fosse interessata alla edizione delle stesse ed attualmente siamo ancora in attesa di una risposta definitiva, che di sicuro, secondo un nostro parere, dipenderà anche dalle vendite del libro “Investire in argento fisico” , ci cui la Casa Editrice Gribaudi cercherà anche di venderne i diritti di traduzione all’estero, vista l’unicità dell’opera in Italia (come crediamo anche all’estero).
      Ciao

      Adriano

  2. Raffaele scrive:

    Ciao Riccardo,
    ti sarebbe possibile fornire qualche dato relativo a supporti e resistenze su argento?

    Ho sempre seguito solamente l’oro e quindi al momento non conosco bene i movimenti del silver. Vedo che nelle ultime sedute l’oro ha ritracciato parecchio dai massimi di periodo mentre l’argento tiene molto bene l’area dei 20$. Volendo provare ad entrare sull’indice in ottica rialzista ovviamente, vorrei capire in caso di rottura dei 20$ dove potrebbe arrivare. Mi sembra che ci sia un bel supporto attorno all’area fra i 19.300/19.400 ma volevo capire se secondo te può stornare a valori più bassi o comunque quale sia il supporto più forte da monitorare a parte quello dei 20$ che mi sembra di capire è piuttosto forte.

    Grazie
    Raffaele

  3. Rick scrive:

    Ciao Raffaele,
    Volentieri esprimo circa la mia visione sull’argento.
    In un’ottica ribassista di breve termine potrebbe testare l’area posta a $17,80 – $18,20, anche se rilevo un forte supporto in area $19,75.

    In un’ottica rialzista, la resistenza si situa in area $21,58 che l’argento ha toccato proprio in data 10 luglio: nella mia visione di medio termine le quotazioni dell’argento potrebbero oscillare, nei prossimi mesi, tra i $20 e $27 dollari per oncia, a causa del clima di forte instabilità e incertezza globale, sia dal punto di vista economico-finanziario che geopolitico.

    Ciao

    Riccardo

  4. Rick scrive:

    Ciao Nicola,
    ti ringrazio per i complimenti circa il nostro libro, li ho veramente apprezzati.

    Ci stiamo lavorando, il progetto è in stand-by.

    Ciao

    Riccard

  5. Raffaele scrive:

    Ciao Rick,
    Come da te rilevato il supporto, anzi supportone in area 19.75 tiene molto bene. Ieri dopo i dati americani l’oro ha avuto una pesante discesa, il che non può che farmi piacere dato che come tanti lo aspetto nuovamente in area 1314/1311 per iniziare ad aprire le prime posizioni Long. Ora mi sembra prematuro, il livello psicologico dei 1300$ è troppo lontano, livello che mi confermerai anche tu se venisse rotto al ribasso costringerebbe alla chiusura delle posizioni long almeno nel breve.
    Ora la mia domanda è questa, benché banale, la tua view rispetto alla risposta precedente è cambiata?
    Potrebbe questa discesa di ieri e probabilmente dei prossimi giorni, in concomitanza con il temporaneo rafforzamento del dollaro, coincidere con la tua previsione precedente di periodo storico favorevole al rafforzamento dell’oro nel periodo di fine Agosto primi di Settembre? E a questo punto sarebbe molto probabile che l’argento difficilmente possa abbandonare il livello dei 19$ ?
    Grazie in anticipo per la tua disponibilità.
    Ciao

Leave a Reply