To show sotck chart

PENURIA D’ARGENTO AL COMEX!

COPPERTINA

Ricevo per posta e pubblico questo contributo di Adriano D’Ettorre, coautore insieme al sottoscritto del libro “Investire in argento fisico”.

Per molti anni il Comex ha immagazzinato  adeguate scorte di once, sia d’argento che d’oro, sotto forma di barre, in maniera tale da poter soddisfare l’eventuale domanda di consegna del “sottostante” ai contratti futures, ovvero oro  e argento fisico a cui fanno capo i relativi contratti  finanziari “a termine” (ovvero con consegna differita; ricordiamo che la maggior parte dei contratti finanziari, al Comex di New York, si “risolvono” prima dell’eventuale richiesta consegna del “fisico” da parte di uno dei contraenti, in quanto trattasi di pure scommesse speculative sulle quotazioni a termine di oro e argento).

Fino a poco tempo fa – la richiesta di “consegne” effettive del sottostante fisico è sempre stata contenuta, mentre l’argento e l’oro a disposizione erano sempre stati più che sufficienti per soddisfare la domanda, con l’eccezione del 2011, anno in cui essa crebbe in modo esponenziale in seguito al raggiungimento di picchi considerevoli nei prezzi di oro e argento, picchi che finora sono stati i massimi raggiunti in questo ciclo attuale dei metalli preziosi. Continua »

Indici azionari settoriali di oro e argento: prospettive

AZIONIAURIFERE

Nonostante i forti ribassi degli indici azionari settoriali  (da me puntualmente previsti), sia lo XAU che lo HUI sono ampiamente, abbondantemente, estesamente…….sottovalutati!

Per esempio: lo XAU Index, a inizio gennaio del 1979, era arrivato a 100 punti: nel momento in cui scrivo, lo XAU, è a 82,48 punti……quasi sotto del 18% rispetto a 37 anni fa! Continua »

Correzione ribassista per l’oro?

MW-BB708_GoldUs_20130419105117_MG

Statisticamente e storicamente, il mese di maggio, è un mese connotato da ribassi per il prezzo dell’oro.

Se analizziamo l’andamento delle quotazioni del metallo giallo da 40 anni a questa parte, il mese di maggio è uno dei mesi peggiori (insieme a quello di luglio – quest’ultimo statisticamente più volatile sia al rialzo che al ribasso) per le quotazioni dell’oro.

Quindi, nel breve termine, non c’è assolutamente da meravigliarsi se le quotazioni dell’oro e quelle dei relativi indici azionari settoriali (XUA e HUI) stanno correggendo al ribasso; tanto più che oro, (argento) e indici azionari settoriali sono al rialzo da quasi quattro mesi (quindi, questo mese di maggio esaurisce il ciclo quadrimestrale “toro”).

NON DEVE SORPRENDERVI QUESTA CORREZIONE RIBASSISTA! Continua »

INVESTIRE IN ARGENTO FISICO: recensione libro

COPPERTINA

Informo tutti i gentili lettori del sito che è appena stato pubblicato, presso GRIBAUDI, il libro INVESTIRE IN ARGENTO FISICO (Autori: Riccardo Gaiolini e Adriano D’Ettorre).

Per la prima volta, in Italia, un saggio analitico divulga e approfondisce il complesso e multiforme mercato globale dell’argento fisico e le sue interrelazioni con i mercati petroliferi e con quelli valutari (del dollaro americano in particolare).

Sono analizzati i cicli storici delle valute di riserva mondiali storicamente apparse nonché un’originale analisi dell’impatto delle relazioni e degli equilibri geopolitici internazionali e come questi si rifletteranno, in futuro, nei mercati dei metalli preziosi e in quelli monetari a cui risparmiatori, operatori e analisti finanziari, non potranno non tenerne conto nell’analisi delle interazioni tra la sfera finanziaria e le relazioni internazionali.

Questo pamphlet si pone l’obiettivo di innalzare il livello di conoscenza del mercato dell’argento.

Il libro comprende una lista dei migliori e più convenienti operatori professionali d’Europa che operano nel settore dei mercati dei metalli preziosi monetari e non monetari, tra cui argento, oro, platino e palladio.

Il manuale tecnico-operativo è disponibile in tutte le librerie e on-line sul sito della casa editrice Gribaudi (di cui link a inizio dell’articolo).

XAU e HUI ancora sotto pressione

AZIONIAURIFERE

Sabato 7 maggio, scrivevo un articolo con il quale informavo che mi attendevo un storno ribassista su entrambi gli indici azionari settoriali di oro e argento, lo XAU e lo HUI.

Dopo 3 mesi e messo di corsa al rialzo, a mio avviso, entrambi gli indici erano pronti per una fase di contrazione nelle loro quotazioni (ricordate che NIENTE si muove lungo una linea retta per molto tempo: sicché anche quando regna il mercato “toro” si verificano momentanee battute d’arresto – inoltre il mese di maggio non è mai stato molto favorevole per il mercato azionario in generale, in commemorazione della massima “sell in May and go away”).

Pertanto, presagivo una fase di ribasso che si è concretizzata proprio a partire dalle contrattazioni di lunedì 9 maggio (esattamente due giorni dopo aver pubblicato il mio articolo). Continua »

Forte ribasso sui titoli azionari minerari?

AZIONIAURIFERE

Ritengo che, sui titoli azionari minerari, sia sullo XAU che sullo HUI, sia in arrivo un forte ribasso causato da imponenti prese di beneficio da parte dei fondi d’investimento.

Per quale motivo faccio questa affermazione?

Beh, molto semplice, per un motivo di semplice calcolo matematico.

Da inizio anno (2015) l’oro ha guadagnato circa il 23% mentre l’argento circa il 29%.

Prova invece a dare un’occhiata al grafico dello XAU – Philadelphia Gold & Silver Index (sempre da inizio anno) qui sotto. Continua »

Accordo tra Cina e Hong Kong per la compravendita di oro fisico

1349854445

La Banca Centrale Cinese (PBOC) ha annunciato l’entrata in vigore, a decorrere dal 1 di Giugno 2016, di un’importante semplificazione normativa per il commercio transfrontaliero di oro fisico tra Cina e Hong Kong.

La procedura di semplificazione permetterà di accelerare le pratiche di import di oro fisico dalla Cina in transito dal porto di Hong Kong (e viceversa): queste agevolazioni dovrebbero fare da ulteriore volano al commercio di oro tra la Cina e la Regione Amministrativa Speciale di Hong Kong. Continua »

Il ritorno di Re argento!

Ricevo e pubblico questo articolo di Adriano D’Ettorre. Adriano è coautore, insieme al sottoscritto, del Saggio “Investire in argento fisico” di prossima uscita presso Gribaudi.

SILVERCOIN

Negli ultimi 3 mesi circa, il prezzo dell’argento (che la speculazione ribassista aveva inchiodato per diversi mesi  intorno all’area posta a $14 o addirittura sotto quest’importante supporto) sembra  finalmente ripartito dai minimi e ha rapidamente recuperato al rialzo in un breve lasso di tempo.
Re argento era riuscito a superare i $17,  portandosi in prossimità dei $18,00 (la scorsa settimana), ritracciando successivamente, come di consuetudine, per prese di profitto da parte di grossi Fondi di investimento; il volume delle prese di profitto però, è stato più sostenuto  rispetto a quanto si verifica per l’oro (in quanto, oltre alla speculazione ribassista in questo caso, il mercato dell’argento è più circoscritto e ristretto rispetto a quello del mercato giallo, pertanto l’indice di volatilità sia al rialzo che al ribasso è più elevato). Continua »

L’evoluzione della sfera d’influenza dello SGE nel mercato dell’oro fisico

1349854445

Posto qui sotto due grafici per farti comprendere l’evoluzione della sfera d’influenza nel mercato dell’oro fisico da parte dello Shangai Gold Exchange.

I grafici parlano da soli. Continua »

Mercato dell’oro fisico: la strategia della Cina

1349854445

Sono anni che studio la strategia e le finalità ultime delle Autorità Monetarie e Politiche della Cina riguardo al mercato dell’oro fisico.

Tenterò in questo articolo di sintetizzarti in breve la tattica cinese in questo fondamentale mercato.

Nell’approfondire la questione della tattica cinese nel mercato dell’oro, cominciamo con l’escludere  che i cinesi possano prendere in considerazione una rapida rivalutazione del metallo giallo (se decidessero oggi di fare aumentare le sue quotazioni sino a $4.000,00 dollari l’oncia lo potrebbero fare nell’arco di un paio di due – tre settimane, svendendo sul mercato il 35% – 40% delle riserve espresse in dollari e acquistando contestualmente, con il ricavato, oro fisico sul mercato).

Dobbiamo però rifiutare questa teoria semplicistica , superficiale e immaginosa e rituffarci nella realtà; se la Cina svendesse dollari americani, rivaluterebbe le quotazioni dell’oro, ma anche lo Yuan si rafforzerebbe repentinamente contro tutte le altre valute; se così facesse, la Cina si condannerebbe, in questo momento storico, a una depressione economica totale che metterebbe a repentaglio anche gli equilibri politici e sociali interni, in quanto un Yuan troppo “forte” non le permetterebbe di esportare l’eccesso di prodotti che non riesce ad assorbire sul mercato interno. Continua »