To show sotck chart

Trends mercato dell’argento: deficit dell’offerta e correlazione con petrolio e dollaro

SILVERCOIN

Cosa dobbiamo aspettarci dalle quotazioni dell’argento nei prossimi anni, visti i recenti minimi toccati da questo metallo prezioso?

Cerchiamo, sinteticamente, di fare il punto della situazione sull’offerta e sulla domanda di argento a livello mondiale, approfondendo la correlazione tra argento, petrolio e dollaro americano, in quanto l’interdipendenza tra questi tre attivi concorre a determinare il prezzo dell’argento al di là della stretta analisi dei suoi fondamentali (offerta e domanda).

Secondo gli ultimi dati del Silver Institute l’offerta di argento fisico, sui mercati globali, per il 2015, registrerà un calo del 3% rispetto all’anno precedente; il 2015 sara’ ricordato come il TERZO ANNO CONSECUTIVO di contrazione nell’offerta di argento. Continua »

Lo Yuan/Renimbi diventa valuta di riserva globale del FMI!

YUAN

Il Fondo Monetario Internazionale, con una storica decisione, ha stabilito che lo Yuan/Renmimbi diverra’ una delle valute di riserva che compongono l’unita’ di conto del FMI, ovvero il  paniere cosiddetto “Diritti Speciali di Prelievo”, paniere di valute composto da Dollaro Americano, Euro, Yen Giapponese e Sterlina Britannica.

L’inclusione dello Yuan nel paniere DSP NON aumentera’ la domanda di Renmimbi a livello globale; costituisce, pero’, un’importante legittimazione internazionale dell’attuale leadership cinese che aveva fatto dell’obiettivo dell’inclusione dello Yuan, uno dei suoi maggiori cavalli di battaglia “finanziari”. Continua »

US DOLLAR INDEX: Verso i massimi a dicembre?

USDOLLARINDEX

Nella puntata del Barometro del 31 ottobre pronosticavo i massimi per lo US Dollar Index ($110,00 a meta’ dicembre).

In data 23 novembre lo US Dollar Index ha toccato quota $100,00 (grafico sotto): se dovesse chiudere a $101,00 entro questo fine settimana, direi che il target a $110,00 entro il 15 dicembre e’ prossimo al traguardo. Continua »

I risparmiatori cinesi continuano a preferire l’oro fisico

1349854445

A causa  del combinato disposto della svalutazione dello Yuan ad agosto e il crollo del mercato azionario locale (oltre 5.000 miliardi di dollari americani di controvalore di perdite), l’investitore e risparmiatore cinese continua a dare la sua preferenza per l’investimento in oro fisico.

Un’altra causa per questa predilezione per l’investimento in metallo giallo, da parte del risparmiatore cinese, e’ rintracciabile nel fatto che a tutt’oggi, non vi sono molte altre opzioni e alternative per la gestione del risparmio, quindi e’ una scelta, in parte, “necessitata”, obbligata (come avevo gia’ evidenziato in apposito articolo). Continua »

Lo Yuan cinese sara’ destinato a sostituire il dollaro americano?

YUAN

Gli investitori e i risparmiatori non dovrebbero sottovalutare i ritmi delle riforme inerenti la “liberalizzazione” dei mercati finanziari, dell’economia e della valuta della Cina.

L’indicazione data venerdi’ scorso dal FMI di voler provvedere a inserire lo Yuan nel paniere di valute “Diritti Speciali di Prelievo” (SDR) e’ un fatto da considerarsi estremamente positivo per la Cina e per le sue politiche: legittima le riforme in corso e imprimera’ un’ulteriore accelerazione all’apertura dei suoi mercati interni, sia obbligazionari che azionari.

Ho trovato di estremo interesse il commento di Jan Dehn (responsabile ricerca presso Ashmore Group) circa l’inclusione dello Yuan nel basket (SDR) – anche se qualcuno sostiene che Dehn sia un “commentatore” interessato alla notizia, dato che la sua banca e’ una delle maggiori banche che investono nel mercato dei bonds cinesi. Continua »

2015 – 2019: verso dove e’ diretta l’Eurozona?

CRACKEURO

Mesi fa, scrissi un’articolo intitolato “2015 -2019 Verso il crack dell’Eurozona?”

Al di la del fatto che in qell’articolo lasciavo intravvedere la possibilita’ di una massiccia svalutazione dell’Euro, la SOSTANZA DI quel breve MA AMARO scritto (il sottoscritto e’ e rimane un EUROPEISTA CONVINTO ma disilluso….) elencai tutti i “mali”, tutti gli “svantaggi”, le “incompatibilita’” tra gli Stati facenti parti del “Blocco Nordico” (Germania, Austria, Olanda, Finlandia) della Zona Euro e quelli del cosiddetto “Club Med” (Italia, Spagna, Portogallo, Grecia – e Irlanda).

Additai nelle politiche di abbandono delle “svalutazione competitive” in favore del sistema di “cambi fissi” (Euro) una delle piu’ pericolose cause di divergenza tra i paesi del primo blocco (la Northern Dimension) e quelli meno competitivi ed efficienti del secondo blocco (la Southern Dimension). Continua »

Barometro Metalli Preziosi: comunicazione importante!

BUSSOLAORO

La presente comunicazione per informarti che il Barometro Metalli Preziosi questa settimana (e la prossima) non sara’ pubblicato.

ATTENZIONE: La nostra rubrica tornera’ settimana prossima con una NOVITA’ SOSTANZIALE: la cadenza sara’ SETTIMANALE e non piu’ quindicinale!

La nuova rassegna sara’ piu’ ricca di contenuti e argomenti rispetto alla precedente versione ed esaminera’ rigorosamente i trends di oro, argento, platino e palladio!

Ti attendo dal 28 novembre 2015!

Rapporto (ratio) tra oro finanziario e oro fisico – 772 : 1

MW-BB708_GoldUs_20130419105117_MG

Goldchartus ha fatto una  stima  del rapporto (ratio) tra oro finanziario – “cosiddetto paper gold – oro di carta” – circolante sui mercati a termine (i cosiddetti “derivati futures” e il mercato delle “opzioni”) e quello fisico, quello reale.

L’oro di “carta” (come dicevo sopra: oro sotto forma di scommesse “virtuali”  a termine oppure “opzioni”),  transitante sui mercati globali, a livello giornaliero, e’ pari a 8.111 tonnellate quotidiane (si, hai letto bene: quotidiane!).

Il rapporto tra oro finanziario e quello fisico e’ di 772 : 1. Continua »

RECENTE AUMENTO DEL PREZZO SPOT DELL’ARGENTO ALLA VENDITA!

SILVERCOIN

 

Ricevo per posta e pubblico questo contributo di Adriano D’Ettorre

“Un genio senza educazione è come l’argento in una miniera” – Benjamin Franklin

Lo scrittore e ricercatore  Mike Cuneo sostiene che negli ultimi anni, a causa di una penuria di metallo grigio, i premi per l’argento siano aumentati drammaticamente.
In effetti, a titolo d’esempio, le  monete American Eagles Silver  un anno fa avevano un premio del 19% , lievitato  nel mese di Agosto 2015 al 24%, mentre nel mese di Settembre scorso equivarrebbe addirittura al 29%!
E ancora,  le monete Maple Leafs canadesi un anno fa avevano uno spread del 18%,  diminuito un mese fa fino al 17%, mentre attualmente lo stesso  è salito di colpo lo scorso mese, esattamente al 24%. Continua »

Chi guida la diligenza Italia?

DILIGENZA

Ricevo e pubblico questo breve saggio del mio amico GIUSEPPE BRIANZA. Giuseppe e’ stato per anni Consulente di Direzione Aziendale e Consigliere in Finsider (Societa’ Finanziaria Siderurgica S.P.A.). L’articolo originale e’ apparso su “Il Fatto Quotidiano”.

Un giorno un uomo geniale (Giovanni) ebbe un’idea luminosa: che bello sarebbe stato avere una ‘diligenza’. Detto fatto: ne tracciò su un pezzo di carta un disegno approssimato: e cercò pure di rifinirla: ne tracciò l’aspetto esterno, dei bei cuscini all’interno, sospensioni da sogno, lumi a olio, ecc.ecc… Ma Giovanni non era capace di piantare un chiodo neppure nel burro: così cercò Pietro, famoso artigiano, scrupoloso ed efficiente: capito il progetto, in quattro e quattrotto Pietro realizzò la diligenza. Continua »