To show sotck chart

Storico accordo tra SGE e DGCX!

1349854445

Venerdì scorso è stato siglato uno storico accordo tra lo Shangai Gold Exchange (SGE) e il Dubai Gold and Commodities Exchange (DGCX)

Il DGCX sarà la prima piattaforma mondiale per la compravendita di oro fisico espresso direttamente in  Yuan cinesi invece che in Dollari americani.

Lo SGE è in trattative anche con altre piazze finanziarie e istituzioni per l’estensione e la costituzione di analoghi “benchmark” per la compravendita in oro denominati in Yuan/Renmimbi.

Con questa mossa la Cina intende impegnarsi attivamente per espandere e accrescere la propria influenza nel mercato globale dell’oro fisico (ricordo che già ora lo SGE è il più grande mercato mondiale per la compravendita di oro fisico in lingotti).

Jiao Jinpu (Presidente dello SGE) ha affermato, a proposito di questo storico accordo, che “la Cina è uno dei più grandi estrattori e importatori di oro fisico e il mondo guarda sempre più a Est e ai nostri tassi di sviluppo e progresso: dobbiamo avere più voce in capitolo riguardo al ‘pricing power’ – alla facoltà di determinare il prezzo dell’oro – un potere che per ora è stato monopolizzato dal mercato di Londra che determina i prezzi “spot”  – per regolamento in contanti – del mercato del metallo giallo”.

A fine settembre, le transazioni  in oro sullo SGE sono ammontate a un totale pari a 1,96 trilioni di Yuan cinesi (pari a 289 miliardi di Dollari Americani).

Yang Fei, analista di Seawonder Precious Metal Investment Co. ha dichiarato che “è di evidenza palmare che l’importanza strategica del mercato dell’oro si sta trasferendo dall’Occidente all’Oriente, con aumenti significativi della domanda di oro da investimento e la contestuale diffusione di mercati a termine – futures – sull’oro, sia in Cina che in altri mercati dell’Estremo Oriente. La costituzione di un ‘benchmark’ per la determinazione in Yuan del prezzo dell’oro conferirà maggiore influenza alla Cina nella determinazione stessa delle quotazioni del mercato dell’oro”.

You can leave a response, or trackback from your own site.

One Response to “Storico accordo tra SGE e DGCX!”

  1. Emanuele scrive:

    Ciao Riccardo,essendo anche un collezionista d’arte la ragiono non solo con mente finanziaria ma con pensiero ‘collezionisico’, mi spiego: nel mio mondo si compra, beh ci sono molti altri aspetti ma facciamola più semplice, quando quel quadro,moneta,anfora,ecc. non ha un mercato tale da essere ancora preso in considerazione e poi vendere (anni e anni dopo in questi mercati) quando in quel mercato si é sviluppato un bacino d’utenza in grado di ‘lottare’ durante la vendita all’incanto, dunque penso:se io potessi muovere e condizionare il mercato perché devo farlo decollare quando ho la possibilità di comprare e accomulare materiale in quantitá? In fondo l’oggetto d’arte e il metallo nobile possono seguire la stessa strada poiché materiale non riproducibile e finito come quantitá……se io fossi in questo caso la Cina per ora opterei per abbassarne il prezzo in modo da comprarne il più possibile….finché sarò venditore…..

Leave a Reply